Riso Classico, il ritorno del riso di alta qualità

Dalla nuova campagna 2018 è in vigore il nuovo regolamento sul Riso Classico a cui la Riseria La Pila ha aderito entusiasticamente dato che da molti anni coltiva riso da sementi originali.

Ma cos’é il Riso Classico?

Schermata 2019-01-28 alle 12.37.20

C’erano una volta le sementi originali Arborio, Baldo, Carnaroli, Ribe, Roma, Sant Andrea, Vialone Nano.

Un giorno però le aziende sementiere, al fine di aumentare la produzione per ettaro e limitare le piante infestanti, iniziarono a brevettare delle sementi alternative arrivando ad avere molte varietà assimilabili, fino a 9 per il Carnaroli e 5 per l’Arborio.

Gli agricoltori e le industrie ebbero un tornaconto iniziale ma la qualità del riso non era più la stessa per: gusto, tenuta alla cottura e cessione degli amidi.

Inoltre, le varietà assimilabili non essendo identificabili sulle confezioni crearono una nuova scala prezzi generando molta confusione nel consumatore.

I consumatori non sapevano più orientarsi tra la disparità di prezzi per le stesse varianti di riso, così calarono le vendite del riso; i sementieri crearono allora nuove varianti sempre più economiche ma agricoltori, distributori e consumatori non erano più soddisfatti. Allo stesso tempo pochissime aziende agricole e riserie continuavano a coltivare utilizzazione le sementi in purezza per offrire un prodotto di alta qualità nonostante i costi di produzione elevati ed una resa minore.

Non potendo neppure comunicare sulle etichette l’utilizzo delle sementi originali la Riseria La Pila iniziò ad utilizzare un QR code per comunicare ai consumatori la Rintracciabilità della Filiera e la purezza delle sementi utilizzate.

Ma nel 2018 qualcosa è cambiato: è nato il Riso Classico!

Il Riso Classico è coltivato esclusivamente con sementi originali certificate delle varietà: Arborio, Baldo, Carnaroli, Ribe, Roma, Sant Andrea, Vialone Nano; è sottoposto a un ferreo regolamento produttivo che ne stabilisce la quantità seminabile per ettaro al fine di evitare lo sfruttamento dei terreni.

L’Ente Risi controlla che tutto il processo di coltivazione e trasformazione  del Riso Classico sia come prescritto infatti si possono utilizzare solo sementi originali e certificate; lo stoccaggio del riso deve essere separato ed identificato e i documenti da inviare all’Ente Nazionale Risi devono riportare tutti la dicitura Classico.

Grazie al Riso Classico, oggi La Pila ed i suoi Soci possono citare in etichetta il tipo di semente trasmettendo ai consumatori che il loro Riso è realmente delle varietà Arborio, Carnaroli e Vialone Nano in purezza.

Oggi gli agricoltori hanno il giusto riconoscimento per un prodotto di alta qualità, i distributori sanno quale prodotto valorizzare e tutti i consumatori possono finalmente distinguere il riso italiano di alta qualità.

Riso Classico, il ritorno del riso di qualità.